martedì 28 agosto 2012

L'estate sta finendo

Era da vari anni che non dedicavo così tanto tempo alle ferie estive. Quattro settimane di relax! 

Nelle prime due settimane ho avuto il piacere di rivedere Vieste e la sua spiaggia ventosa. Talmente ventosa che c'erano più Kite-Surf che bagnanti. Anche i Wind-Surf non mancavano, ma sono soprattutto i Kite-Surf che mi hanno affascinato. Sarà per i loro colori sgargianti, sarà per i loro movimenti sensuali, sarà per le persone che venivano sballottate su e giù dall'acqua, totalmente succubi di qualcosa più forte di loro. Sarà tutto ciò, ma mi hanno divertito parecchio.



E così, in questo villaggio il cui lido era animato da simpatici animatori e aitanti bagnini, ho avuto modo di notare come oramai le giovani donne siano sempre più esplicite nella loro seduzione verso l'animatore più affascinante. C'è poco da fare: le tredicenni ci sanno fare molto più di tante quarantenni ben rodate! In questi contesti l'uomo preferisce la bella inesperta all'esperta decrepita. Anche perché, giovane quarantenne divorziata che tenti in tutti i modi di sedurre il bagnino, avere ai piedi due figli (oltre che le natiche e i seni) non ti rende così appetibile.

Sì, perché il target di questa zona era la giovane famiglia con figli dagli 0 ai 13 anni, quindi ero attorniato da genitori stressati dal lavoro ben felici di rilassarsi al mare e orde di bambini indemoniati. Mitica la sfida di tre bambini napoletani contro tre bambini del nord in una partita di beach-soccer degna di una finale dei mondiali. Ho visto più grinta e orgoglio in questi bambini, il cui più vecchio avrà avuto sette anni, che in tanti calciatori di Serie A (per la cronaca alla fine i napoletani hanno vinto due a zero).

L'ultima parte delle vacanze è stata in Sardegna. Come sempre ho avuto l'imbarazzo della scelta e ogni giorno ho potuto scegliere una spiaggia diversa, dal Sinis alla Costa Verde. Il caldo torrido, con i suoi anticicloni battezzati con nomi ridicoli, ci ha fiaccato di notte ma, allo stesso tempo, ci ha regalato bellissimi pomeriggi con mari limpidi e sempre calmi.



Rispetto a due anni fa in cui ho visto il mare solo per due (2) ore (una cosa indegna per un sardo) quest'anno non mi posso di certo lamentare.