lunedì 3 giugno 2013

Dieci modi per restituire 1 €




Ho un collega che stimo molto per la sua personalità talmente semplice da risultare complessa ai migliori psicologi. Il suo approccio col resto del mondo è ricco di particolarità: odia, ad esempio, essere in debito con qualcuno, anche di un solo euro.
Capitò, tempo addietro, un'occasione in cui gli dovevo 49 €. Decisi di dargli una banconota da 50, dicendogli di tenere il resto. Andò in tilt.
Qua sotto un elenco dei modi con cui cercò di rendermi quell'euro, che io non ho mai preso (ovviamente).

1) Banalmente provò con: "Tieni, ti devo 1 €".
2) Cercò, con un'abile mossa, di distrarmi: "Guarda là!", col tentativo di mettermi 1 € in tasca.
3) Cercò di lasciare la moneta vicino al mio PC, nascosta da un foglio.
4) Dopo pranzo ci riprovò con: "Vuoi un caffè? Ti do 1 €!".
5) Facendo finta di trovare una moneta di fianco alla mia sedia esclamò: "Oh guarda, ti è caduto 1 €!".
6) Tentò, dopo una mia battuta: "Questa battuta merita 1 €".
7) Iniziò a rompere il cazzo, minacciandomi di non smettere finché non avessi accettato l'euro.
8) Vedendomi in difficoltà a ricordare una cosa tentò con l'originale: "Forse 1 € ti può aiutare a ricordare".
9) Scoprendo che la cosa che cercavo di ricordare era a lui nota ci provò con: "Non ti ricordi una cosa? Te lo dico se posso darti 1 €".
10) A fine giornata, ormai provato, tentò l'ultima zampata: "La tua giornata di lavoro merita un premio produzione di 1 €!".