domenica 3 giugno 2012

Il Medioevo va sempre di moda

Non sono mai stato una cima in Storia, ma ho sempre avuto l'impressione che fosse una grande fregatura.
Quei libri ricchi di date, nomi e luoghi ci hanno sempre illuso che l'uomo si fosse evoluto nei millenni. Nella mia ignoranza mi pare che l'unica cosa che sia cambiata sono le etichette dei vari personaggi che vivono in questa terra, per il resto siamo rimasti mentalmente fermi al Medioevo. 



Difficile trovare valvassori di questi tempi, ma il sistema gerarchico del feudalesimo è rimasto tale e quale al sistema piramidale che regna ancora adesso. I nobili e il clero sono sempre lì che ci guardano dall'alto in basso, i governanti fanno finta di governarci e si prendono pure la briga di festeggiare mentre la plebe lotta per avere una casa.



Ci si ritiene evoluti perché usiamo lo smartphone, abbiamo le auto sempre più ricche di optional e navighiamo nei siti di tutto il mondo con computer potentissimi, ma dal terzo millennio mi aspettavo qualcosina di più. 
Innanzi tutto un sistema economico diverso, più simile al Venus Project, con l'abbandono della moneta per un'economia basata sulle risorse e sulla loro equa distribuzione, ma alla fine rimaniamo ancora vittime di un indottrinamento che ci porta a vivere legati ancora oggi al concetto di moneta come unica soluzione. 



Il popolo occidentale si sente evoluto perché illuso di vivere in una democrazia. Ancora troppe persone non si sono rese conto che a comandare alla fine sono sempre gli stessi. 
Il popolo occidentale si sente evoluto ma ancora continua a pagare cartomanti, astrologi, guaritori o semplicemente qualcuno che lo stia ad ascoltare. 
Il popolo occidentale si sente evoluto ma in realtà è sempre più ignorante, plagiabile, pigro mentalmente e pronto a delegare le proprie idee al santone che gli sta più simpatico.
Il popolo occidentale si sente evoluto ma in realtà è un gregge di pecore, dove ognuno cammina compatto con il gruppo, per non sfigurare, per non diventare la pecora nera.

Ci si ritiene superiori perché più ricchi dei popoli del terzo mondo mentre non ci si rende conto che siamo più poveri dentro. 
Se l'evoluzione sta nell'illusione di essere liberi, preferisco il Medioevo dove si era consci del proprio rango, del proprio valore e, soprattutto, di non essere liberi.